Rubrica IEEE-News

<-back

Rivista Computer IEEE, dicembre 2009
(Institute of Electrical and Electronical Engineering)

Sezione: tecnologie elettriche ed elettroniche

Bussole elettroniche

L'Hitachi ha recentemente reso disponibile il modulo HM55B a 6 piedini che contiene una bussola elettronica digitale a 2 assi: Nord-Sud e Est-Ovest. E' in grado di rilevare variazioni nel campo magnetico dell'ordine dei µT (microtesla). Si può confrontare la misura della bussola elettronica con una bussola magnetica tradizionale che indica, come è noto, il Nord terrestre con un piccole errore di pochi gradi (declinazione magnetica, circa 2 gradi e 35 primi) alle nostre latitudini.
La risoluzione è di 6 gradi e le possibili applicazioni sono svariate:
-robot mobili (l'abbiamo usata all'Omar nel laboratorio di Robotica degli Elettronici)
-stazioni meteo
-aiuto ai ciechi
-navigazione automobilistica.


Il più grande simulatore di reti neurali artificiali all'IBM
Ingegneri elettronici dell'IBM hanno annunciato di aver realizzato un simulatore di rete neurale artificiale su un supercomputer che ha un numero di neuroni e sinapsi pari a quello del cervello di un gatto. Prima si era arrivati al cervello del topo. Il supercomputer è un IBM BlueGene/P, simile a quello (il Deep Blue) che 13 anni fa ha sconfitto il campione mondiale di scacchi russo Garri Kasparov.


Robot sull'alta tensione
L'ispezione dei cavi di alta tensione è sempre stata pericolosa per gli uomini. Perché non mandare i robot? Molti lo fanno, fra gli altri il robot di Tokyo HiBot che ispeziona più cavi nello stesso momento.


Mechatronics, 40 anni fa
Il termine Mechatronics fu coniato da Ttesuro Mori e J. Sharma nel 1969 fondendo meccanica ed elettronica. 20 anni dopo Cesare Romiti, direttore generale, presidente e poi amministratore delegato della Fiat, l'ha scoperto in Italia. Romiti, che definiva se stesso 'Culo di pietra' (in contrapposizione all'A.D. di Olivetti Carlo De Benedetti, che Romiti definiva uno 'Sprinter dal fiato corto'), è famoso per aver fatto fuori l'ingegner Ghidella, 'padre della Uno, clamoroso successo della Fiat, e per aver voluto, invece di investire in nuovi modelli di automobili, diversificare alla Fiat comprando di tutto: assicurazioni, formaggini, acque minerali. Purtroppo la Fiat fu in seguito sull'orlo del fallimento e fu salvata da Banca Intesa di Corrado Passera (un uomo di De Benedetti) e dallo Stato italiano. Ora Marchionne l'ha riportata ovviamente al core business: le auto. Dopo tutto FIAT vuol dire Fabbrica Italiana Automobili Torino.


I primi FET 3-D al Gallio
All'IEEE International Electron Devices Meeting sono stati presentati nuovi integrati chiamati FinFET all'arseniuro di gallio e indio. Sono caratterizzati da una struttura tridimensionale e pare che possano superare in prestazioni i FET al silicio.


La più piccola memoria del mondo
Chenming Hu, già inventore degli integrati FinFET, ha annunciato una nuova memoria SRAM con soli 6 transistor per bit: occupa 39 nanomteri (il nano è 10 alla meno 9) quadri ed è la più piccola del mondo.

 

< back           ^ top