Rubrica ICT-News

<-back

Rivista Communications ACM, ICT News , dicembre 2009
(Association for Computing Machinery)

Un microcontrollore 8-core
www.parallax.com, novembre 2009

La ditta americana di elettronica Parallax ha da poco introdotto un nuovo microcontrollore a 8 processori (8-core chip), ognuno indipendente e a 32 bit. Il clock può arrivare a 80 MHz. E' chiamato 'Propeller' ed è particolarmente indicato per applicazioni avanzate di robotica e controlli automatici. I processori, chiamati Cog, sono gestiti da un Hub.
Il chip 'Propeller' ha 32KB di RAM e 32KB di ROM con parole di 32 bit. La ROM contiene il set di caratteri, le tavole prevaricate con le funzioni matematiche seno, logaritmo e esponenziale, il boot loader e l'interprete per il linguaggio di programmazione. Il microcontrollore può essere programmato in Assembler o in una variante del Basic chiamata 'Spin' ed orientata agli oggetti.

Un supercomputer da 100 milioni di processori
Computerworld (16/11/09), Patrick Thibodeau

Il supercomputer più veloce del mondo si chiama Jaguar è al Oak Ridge National Laboratory e raggiunge 2,3 petaflops (10 alla 15 operazioni con la virgola al secondo). Il DOE (Department of Energy) negli Stati Uniti vuole un computer 1000 volte più potente, anzi ne vuole 2 entro il 2011. In base alla legge di Moore (raddoppio delle prestazioni a parità di costo ogni 18 mesi), entro il 2018 si arriverebbe all' Exaflop (Exa = 10 alla 18). C'è però chi fa notare che sorgeranno grossi problemi: il supercomputer Jaguar consuma già 7 megawatt; secondo i ricercatori dell'IBM un computer da Exaflop consumerebbe 2 gigawatt, l'energia di una media centrale nucleare. La soluzione potrebbe consistere nell'usare moltissimi processori, fino a 100 milioni in una CPU (100000000-core).

Un nuovo software medico per salvare i bambini
ICT Results (13/11/09)

Presso gli ospedali di Parigi, Genova, Roma e Londra si sta sperimentando un nuovo software per identificare malattie mortali e infezioni rare dei bambini. Il progetto si chiama Health-e-Child e confronta dati strutturati e no. Sarà presto esteso ad altri ospedali di 25 città europee. I dati non strutturati come le immagini sono tradotti in una forma adatta all'elaborazione del computer: ad esempio, le immagini della Risonanza Magnetica servono per identificare aritmie congenite giovanili. La parte del software chiamata CaseReasoner permette al medico di valutare migliaia di possibili malattie e il loro trattamento, mentre CardioWiz crea una simulazione virtuale in 3 dimensioni del movimento del cuore, per valutare eventuali interventi chirurgici o farmacologici.

Nuove tecnologie didattiche all'università di Southampton
ECS University of Southampton (11/11/09), Joyce Lewis

In un recente simposio presso l'IBM Thomas J. Watson Research Center, ricercatori dell'università Southampton, facoltà di Ingegneria Elettronica ed Informatica, hanno illustrato gli sviluppi delle tecnologie didattiche. Mike Wald ha illustrato il programma Synote che sincronizza note ricavate dal social network Twitter con letture create anche con il software di riconoscimento vocale IBM. E.E. Draffan ha presentato strumenti per l'accesso al Web 2.0 per disabili: sono di grande aiuto per potenziare le abilità. Draffan ha ricordato che in passato si usavano computer desktop non in rete, oggi social network e blog attraverso Internet permettono una collaborazione più ampia ed efficace.

< back           ^ top