Rubrica ICT-News

<-back

Rivista Communications ACM, Technews, ottobre 2006
(Association for Computing Machinery)

Robot musicale compone, esegue e insegna
CNN.com (3/10/06) Matthew Abshire
Il tamburo robotico che si è esibito al SIGGRAPH 2006 a Boston di fronte a un auditorio andrà in un tour mondiale che include esibizioni in Israele, Germania e Francia. Il professore di musica tecnologica Gil Weinberg del Georgia Tech ha costruito Haile con l'assistenza di Scott Driscolll e altri studenti. Primo vero musicista robotico, Haile è diverso da altri computer perché è in grado di ascoltare quello che un altro musicista sta suonando e suonare insieme con aggiustamenti sui cambi di ritmo. Ha detto Heather Elliot-Famularo che ha contribuito alla realizzazione di SIGGRAPH 2006 "Si sa che Haile ascolta la musica e risponde a tono". In più Haile la qualità umana di un concertista di percussioni in quanto non suona mai un pezzo allo stesso modo. Elliot-Famularo ha anche notato lo sforzo di Weinberg nel dare a Haile un aspetto umano così che gli altri musicisti non si sentano esecutori insieme a una macchina. Ha affermato inoltre "Una delle cose belle sul pezzo è che il robot Haile è bello, costruito con ottimo legno".

Il riconoscimento di sketch converte schizzi in siti Web
New Scientist (2/10/06) Tom Simonite
I progettisti saranno in grado di convertire lo sketch di una pagina Web in una pagina funzionante usando un nuovo software che viene sviluppato da ricercatori dell'università dello Auckland in Nuova Zelanda. Il software, InkKit, che lavora su un tablet computer che ha una penna usa sofisticate regole che trasformano codice scritto a mano in programmi. InkKit sa determinare se lo scrivente sta disegnando o scrivendo e un software di riconoscimento della scritta a mano sulla tavoletta elaborato dai ricercatori di Auckland si cura dei disegni. Gli utilizzatori devono seguire alcune regole di base come disegnare un rettangolo con un triangolo tracciato a un lato per produrre un menù. Ha detto Beryl Plimmer a Auckland "Questo strumento può realmente essere usato in ogni situazione di progetto dove la gente usa il disegno a mano": Bart Naaijkens, un ricercatore alla Eindohoven University of Technology in Olanda che cerca di migliorare il processo di progettazione afferma che InkKit lavora bene nei primi passi del progetto Web quando il progettista sta ancora usando la carta per fissare le sue idee.

Palloni e aerostati per fornire la banda larga
EE Times (2/10/06) John Walko
I risultati di un progetto da 6 milioni di euro finanziato dall'Unione Europea nel programma Larga Banda Per Tutti sarà illustrato alla conferenza internazionale sulle piattaforme d'altitudine a York in Inghilterra fra il 23 e il 27 ottobre. L'impegno di tre anni di istituti di ricerca e compagnie di telecomunicazioni è volto a collegare aerostati a forma di pallone in una rete che può fornire la banda larga ad aree remote e a mezzi di trasporto tecnologie ottiche per comunicazioni nella banda delle onde millimetriche. La conferenza si focalizzerà sulle comunicazioni wireless e ottiche e sullo sviluppo di veicoli HAP. Il ricercatore capo del progetto denominato Capanina David Grace afferma "La settimana di York su HAP non solo rappresenterà il culmine del progetto Capanina ma funzionerà anche come catalizzatore per la prossima fase di sviluppo".

Attacco dei robot prototipi di applicazioni decisive
Cnet (29/9/06) Michael Kanellos
Ricercatori dell'Intel che stanno cercando di sviluppare una stoffa che cambia forma pensano che tale fabbrica intelligente possa essere creata ma il software richiesto per controllare milioni di piccoli robot sarebbe la sfida più grande. Questa settimana al foro degli sviluppatori dell'Intel ricercator del laboratorio di Pittsburgh hanno fornito una dimostrazione dei primi passi della tecnologia Dynamic Physical rendereing inclusi prototipi dei componenti che dovrebbero realizzare tale tipo di stoffa. La stoffa intelligente include milioni di sfere indipendenti di silicio ricoperte da attuatori elettronici o ellettromagnetici che attraggono o respingono punti simili sulle sfere in maniera coordinata per formare una figura. Se viene applicata la giusta tensione la stoffa intelligente si trasforma in un modello tridimensionale di un'auto e poi in un cubo quando sono scelti nuovi parametri. Spiega Babu Pillai capo del progetto "Piuttosto che pensare a un modello 3D su un programma si deve immaginare un modello fisico sul desktop. I ricercatori hanno anche mostrato come gli attuatori possono muovere gli oggetti. Pillai si mostra stupito su come sia possibile programmare 10 milioni di nodi per lavorare insieme. I ricercatori dovrebbero sviluppare programmi che non richiedono di pianificare ogni singolo passo.

< back           ^ top