Rubrica ICT-News

<-back

Rivista Communications ACM, ICT News , settembre 2008
(Association for Computing Machinery)

Voto elettronico: errori di programmazione causano la perdita di voti
IDG News Service (22/08/2008) Grant Grossno

L'agenzia Premier Elections Solution, già nota come Diebold Elections Systems, ha ammesso che i suoi computer hanno perso centinaia di voti, ed ha rivelato che ciò è avvenuto alle primarie presidenziali dell'Ohio nel marzo scorso. I voti sona andati perduti quando le schede di memoria sono state rimosse per la conta dei voti.
La ditta Premier ha dapprima incolpato per gli errori il software antivirus, ma ora ammette che un errore nel codice sorgente GEMS è stata la causa dell'inconveniente.
La strada verso il voto elettronico sicuro sembra ancora piena di insidie.

Intel e Microsoft descrivono l'attività di ricerca sulla programmazione parallela
EE Times (22/08/2008), Rick Merritt

Intel e Microsoft hanno parlato recentemente, in due distinte conferenze presso il Forum degli sviluppatori dell'Intel a San Francisco, degli sforzi compiuti per creare un nuovo modello di programmazione parallela adatto ai microprocessori multicore di nuova generazione.
La visione Microsoft consiste nelll'aggiungere strati alla pila del software di sistema chiamato puntoNet. Intel dal canto suo ha parlato dell'estensione del set di istruzione della famiglia di microprocessori x86 e ha rivelato i progressi raggiunti con il linguaggio C++ (Ct) allo scopo di consentire un maggior parallelismo. Il responsabile della ricerca Microsof sull'elaborazione parallela David Callahan afferma che l'azienda spera di utilizzare la conversione alla programmazione parallela per ottenere progressi nelle interfacce uomo-macchina.
Callahan crede che il software in futuro sarà strutturato a strati autonomi e ci saranno ambienti per l'utente collocati al di sotto del livello applicato e al di sopra il kernel e supervisori. Questi ambienti gestiranno il traffico dei processi e opereranno in modi cooperativo. Lo scopo è fronteggiare il numero crescente di richieste delle risorse condivise in sistemi multi-core. Microsoft renderà accessibile agli utenti il livello di programmazione run-time poiché è convinta che si renderanno necessari progressi e sviluppi degli sviluppatori. Callahan conclude dicendo che prima di riscrivere le librerie di software e le applicazioni ci sarà spazio per gli aggiustamenti.

Il linguaggio dei segni sui cellulari: mi vedi?
News dell'Università di Washington (21/08/2008), Hannah Hickey

Ingegneri dell'università di Washington hanno sviluppato recentemente il software Mobile ASL che permette ai non udenti di utilizzare il linguaggio dei segni sui telefonini. Questa ricerca è stata premiata con un riconoscimento della National Science Foundation che riguarda un progetto coinvolgente 20 persone: partirà l'anno prossimo a Seattle. Il progetto prevede, per la prima volta negli Stati Uniti, una comunicazione video bi-direzionale in tempo reale. Attualmente molti non udenti usano SMS sui telefonini, ma il video è più veloce e trasmette meglio le emozioni, secondo il parere della liceale Jessica DeWitt. Per molto tempo la lentezza delle trasmissioni con i telefonini unita alla loro scarsa capacità di elaborazione ha impedito i video real time per comunicare il linguaggio dei segni per i non udenti. Tuttavia, benché oggi vi siano reti super veloci, rimane la necessità di operare su vecchi e lenti cellulari. Il gruppo di ricerca che ha realizzato Mobile ASL ha fatto molti tentativi su questi telefonini e alla fine ha concluso che l'essenziale è trasmettere bene le espressioni facciali. Il software messo a punto usa una compressione video per rimanere nei limiti imposti dalla banda passante, trasmettendo faccia e mani in alta risoluzione mentre per il resto è sufficiente una bassa. Ora si sta studiando il riconoscimento dei movimenti delle mani in modo da risparmiare la batteria, ponendo il sistema in risparmio energetico quando le mani sono ferme.

Insegnare l'esperienza
ICT results (21/08/2008)

Ricercatori europei hanno sviluppato ChangeMaster, un software educativo commerciale che permette agli utilizzatori di acquisire abilità della vita comune ed esperienza attraverso il gioco. Istituzioni scolastiche e aziende ritengono che ChangeMaster rappresenti una tendenza emergente nell'istruzione, indirizzata verso giochi realistici al computer. Il programma è focalizzato sulla gestione dei cambiamenti, un aspetto del business moderno che risulta critico per rispondere ai mercati dinamici, al consumo, alla competizione e alle innovazioni. Tutto questo è assai difficile da fronteggiare ed allora ChangeMaster può rendere le cose più semplici dando ai menager le competenze e le abilità necessarie. Il software contiene centinaia di parametri per definire l'azienda e i suoi addetti, il carattere, la cultura aziendale, le reti formali e informale intrecciate all'interno della company ed ogni altro elemento costitutivo della dinamica dell'organizzazione. Inoltre sono trattati aspetti della vita all'interno dell'organizzazione: camera caffè, gossip, politica, caratteri psicologici e l'apertura o la chiusura degli individui al cambiamento. Il professor Albert Angehrn, direttore del Centro per le Tecnologie Didattiche Avanzate in Francia afferma: "Nessuno vince sempre, nessuno riesce a fronteggiare in modo completamente indolore la realtà; l'idea è che la gente impari dalle esperienze precedenti ed acquisisca nuove capacità prima di affrontare scenari realistici sul campo".

Software per i computer portatili: Microsoft prova nuovi programmi per l'uso del Wi-Fi sui veicoli
Seattle Post-Intelligencer (24/08/2008), Todd Bishop

Ricercatori dell'università del Massachusetts unitamente alla Microsoft e all'università di Washington stanno sviluppando il sistema Vi-Fi, un programma Wi-Fi destinato ai veicoli. Essi hanno scoperto che si possono verificare disturbi nelle trasmissioni wireless quando un veicolo si muove, in particolare quando il mezzo passa dal raggio di azione di una stazione all'altra. Vi-Fi si propone di trarre vantaggio delle stazioni a base multipla. Questo consente significativi vantaggi quando si richiede una connessione ad Internet stabile, per esempio nelle applicazioni interattive e nelle chiamate telefoniche VoIP. Nell'uso di Vi-Fi il computer di bordo sceglie in ogni momento una stazione di base che funge da ancora, mentre le altre vicine sono ausiliarie. L'algoritmo utilizza poi un ragionamento di tipo probabilistico per determinare la stazione di contatto opportuna.

< back           ^ top