Rubrica ICT-News

<-back

Rivista Communications ACM, Technews, settembre 2006
(Association for Computing Machinery)

Osservando con gli occhi di una mosca
Science (29/8/06) Phil Berardelli
Per cento cinquant'anni i fotografi hanno lottato per avere la giusta esposizione di luce ondeggiando fra slavare un'immagine con troppa luce o nascondere oggetti nella composizione in profonde ombre. Un team di ricercatori ha ora sviluppato una tecnica che aiuta a risolvere il problema dell'esposizione, questione importante nelle applicazioni di sicurezza dove identificare le caratteristiche di una faccia nell'ombra può essere cruciale. Traendo ispirazione dalla natura la tecnica è basata sulle ricerche sul sistema di visione della mosca comune. I ricercatori hanno registrato gli impulsi elettrici dei neuroni di una mosca connessi con gli occhi inserendo microelettrodi nei cervelli vivi delle mosche. Ciò ha prodotto rappresentazioni video su quello che effettivamente le mosche vedono e ha dimostrato la loro capacità di vedere i dettagli nelle zone più e meno luminose.
Ha detto Russel Brinkworth team leader e fisiologo all'università di Adelaide "Quando vede anche il cervello di un piccolo insetto può superare le prestazioni dei sistemi artificiali attuali. Le ricerche indicano che il modo per migliorare la fotocamera non è aumentare la risoluzione in pixel ma piuttosto "rendere i pixel più intelligenti". Il suo team ha sviluppato un software che identifica rapidamente i valori di luce per ogni pixel intensificando o riducendo il segnale per mantenere il dettaglio. Il programma realizzato con un dispositivo a grande prestazione, efficiente energeticamente e a grande scala di integrazione (VLSI), poi comprime i dati in un modo simile al cervello della mosca.

Ricercatori del CyLab della Carnegie Mellon hanno creato un nuovo sistema per fronteggiare il Pishing
Carnegie Mellon News (31/8/06)
Ricercatori del CyLab della Carnegie Mellon hanno sviluppato una nuova applicazione per proteggere gli utenti in rete dalle frodi di Pishinh (sottrazione fraudolenta di dati riservati). Il sistema di prevenzione Phoolproof fornisce un'autenticazione mutua fra l'utente e il server Web su PDA, telefoni cellulari e computer portatili. Ha detto il professore di ingegneria informatica Adrian Perring "Essenzialmente la nostra ricerca indica che gli utenti di Internet non sempre fanno le scelte corrette di sicurezza, così il nostro nuovo sistema li aiuta a prendere le giuste decisioni e li protegge anche se tentano di fare la scelta sbagliata. Il nostro sistema anti-Pishing che opera attraverso il protocollo sicuro standard del Web assicura che gli utenti accedano ai siti desiderati invece dei siti Pishing. Il sistema crea una chiave elettronica di sicurezza per l'utente che sta compiendo transazioni online. Le chiavi sono particolarmente sicure perché gli utenti non le possono distribuire cos' che gli account degli utenti sono inaccessibili ai frodatori di Pishing anche se hanno raccolto altre informazioni. I telefoni cellulari eseguono operazioni crittografate nascondendo la chiave segreta dell'utente e proteggendo dai furti di chiavi e da altre frodi ai computer. Le chiavi rimangono sicure anche se il telefono viene smarrito.

I fan della Net Neutrality fanno un rally in 25 città
Cnet (1/9/06) Anne Broache
Piccoli gruppi di cittadini, piccoli operatori commerciali, nonprofit e individui alleati con la coalizione"Salva Internet" hanno tenuto rally in 25 città lungo la nazione mercoledì e giovedì in supporto al principio della neuralità della Rete. I rally sono stati progettati per costruire il Freedom Preservation Act, una proposta sponsorizzata da Sen. Byron Dorgan e Sen, Olimpia snowe che furono sconfitti di poco al voto nel Comitato del Commercio del Senato all'inizio dell'estate. La Camera non ha approvato una proposta simile in giugno. Tuttavia, la proposta Snowe-Dorgan sarà considerata ancora quando la Commissione delle comunicazioni del Senato voterà nell'intero Senato, anche se non è ancora chiaro quando il dibattito riprenderà. La coalizione Save the Internet e compagnie come Google e Amazon stanno premendo per sostenere la proposta perché include regole che proibiscono esplicitamente agli operati a larga banda operazioni di brockeraggio con fornitori di contenuti per accelerare i loro servizi o dar loro maggiore evidenza. I sostenitori affermano che se la proposta non viene sancita la capacità degli utenti di vedere ogni contenuto sarà compressa, i prezzi saliranno e l'innovazione ne soffrirà. Tuttavia. I lobbisti delle industrie di telecomunicazioni e tv via cavo dicono di non aver intenzione di bloccare o degradare i contenuti di Internet e che stanno semplicemente cercando nuove fonti di introiti per per abbassare i costi di investimento in nuove offerte come il video basat su IP. Alcuni lobbisti hanno manifestato l'opinione che i politici condividono il loro punto di vista. Ha detto Allison Remsen, portavoce dell'Associazione U.S. Telecom "Quanto più a lungo il dibattito va a avanti, tanto più legislatori si renderanno conto che senza l'evidenza del problema non c'è una buona ragione per cominciare a regolamentare Internet"".

Paging Dr. IT
CITRIS Newsletter (1/8/06) Jenn Shreve
L'informatica ha il potenziale di trasformare l'industria medica, riducendo gli errori dei dottori aiutando il processo della salute e infine migliorando la qualità della cura che i pazienti ricevono ma il processo è stato finora lento. Ha affermato Shankar Sastry, direttore di CITRIS, E' chiaro che in termini di problemi a scala globale dobbiamo mettere insieme la migliore tecnologia per migliorare la cura della salute". Si ritiene che gli errori dei medici siano ogni anno 98000 negli ospedali americani secondo il National Academy of Science Institute of Medice. Una parte della proposta dell'amministrazione Bush per limitare il problema è fornire la maggior parte di cittadini di registrazioni mediche elettroniche (EMR) con lo scopo di eliminare errori comuni come quelli della scrittura a mano assicurando che la storia completa del paziente lo segua in caso di ricovero di emergenza. Gli EMR dovrebbero anche arginare la crescita dei costi della sanità che si stima arrivino al 20% del PIL entro il 2015. La privacy e la sicurezza sono due ostacoli alla realizzazione del piano Bush. Il team di ricerca CITRIS riguardo alla tecnologia diffusa di sicurezza sta lavorando per aggirare tali ostacoli e recentemente ha tenuto un meeting sugli EMR per discuterne i problemi. L'implementazione nell'industria medica è stata un processo lento con il 20% degli studi medici dotati di qualche forma di informatizzazione secondo quanto affermato da Stephen Shortell capo della Scuola Pubblica della Salute all'università della California a Berkeley. Per colmare il passo fra la tecnologia e la medicina CITRIS sostiene l'Elder Tech research project che esamina come reti di sensori, sistemi software che operano in tempo reale e altre tecnologie possano migliorare la qualità delle cure mediche e per il malato e permettergli di rimanere più a lungo a casa.

 

< back           ^ top