Rubrica ICT-News

<-back

Rivista Communications ACM, ICT News , giugno 2009
(Association for Computing Machinery)

Studenti di ingegneria creano robot ballerini.
Università di Porto (25/2/2009)

Uno studente di ingegneria dell'università portoghese a Porto ha sfruttato un software utilizzato per robot che giocano a calcio e lo ha modificato per creare un robot ballerino. Joao Oliveira, questo è il suo nome, ha usato tecniche di intelligenza artificiale e un kit lego. Il software usa algoritmi matematici per sentire le note e il ritmo ed adattarli alla danza. Inoltre viene usata un'interfaccia modulare e un'architettura flessibile che permettono anche l'interazione fra ballerini umani e robot.

L'ingegner Tomomasa Sato in favore di robot Open-Source
Times Online (UK) (26/2/2009), Leo Lewis

L'ingegner Tomomasa Sato dell'università di Tokyo ritiene che un robot standard basato su un sistema operativo Open-Source può offrire a più scienziati e inventori una piattaforma per realizzare sistemi sempre più sicuri ed evoluti. In questo modo migliaia di esperti di Intelligenza Artificiale e dipartimenti di Ingegneria potrebbero provare i loro software e arrivare poi a realizzare robot in grado di emulare le prestazioni umane. Secondo Sato i robot domestici giapponesi e i progetti dei dipartimenti di Meccatronica sono ancora indietro di almeno 10 anni. Masato Hirose, il progettista del robot Asimo della Honda è lapidario: "o il robot è capace di capire davvero il mondo che lo circonda sfruttando l'elettronica e l'intelligenza artificiale oppure non serve a nulla".

Robot che monitorizzano i bambini autistici
Exploration (17/2/2009), David F. Salisbury

Ricercatori dell'università Vanderbilt hanno sviluppato un sistema che permette a robot di monitorare gli stati emotivi del bambino e anche di aiutare i bambini autistici ad appendere abilità di socializzazione. Il professor Nilanjan Sarkar ha rivelato che i bambini autistici sembrano attratti dai robot. Finora però i robot non erano in grado di sentire le emozioni. Sarkar ha così sviluppato sistemi che utilizzano misure fisiologiche e monitorizzano gli stati emotivi. Sarkar e il collega Wendy Stone hanno pubblicato i risultati di esperimenti con bambini autistici fra i 13 e i 16 anni dotati di sensori che hanno giocato al computer a Pong e a basket con un robot. I risultati sono interessanti anche per migliorare il grado di ambientamento e coinvolgimento dei ragazzi.

I primi studenti di robotica dell'Omar hanno festeggiato i 25 anni di diploma

Il 9 maggio la classe quinta EL/B che ha preso il diploma di perito elettronico capotecnico all'Omar nel 1984 ha festeggiato nell'ITIS i 25 anni di diploma. Come ricorda il Corriere di Novara, gli Omaristi hanno trascorso la mattinata nelle aule e nei laboratori, dopo l'appello dei loro docenti di allora: Monfroglio (ancora docente di elettronica nella scuola), Boglio, Airoldi e Vitti (in meritata pensione).
Fra loro Gini e Mezzalama che programmarono, nell'ambito della materia Elettronica Industriale, il primo robot dell'Omar (arrivato dall'Inghilterra nel 1983). Gini e Mezzalama, e tutti i compagni, hanno potuto notare che il loro robottino, non solo è tuttora funzionante, ma, nel suo campo, è il più avanzato robot di cui dispone la scuola, essendo in grado di assemblare e disassemblare pezzi complessi. La robotica industriale all'ITIS Omar di Novara ha compiuto 25 anni.

Robot mouse nel labirinto della Scuola Jacobs di San Diego in California
UCSD News (5/5/2009), Daniel Kane

Ricercatori dell'università Jacobs della California in San Diego, facoltà di ingegneria, hanno sviluppato e costruito un mouse-robot capace di percorrere un labirinto. Il robot corre su due ruote e ha sensori di distanza che proiettano luce (come è noto gli inesperti di robotica usano gli ultrasuoni…) verso i muri che riflettono indietro e permettono di trovare le aperture. Non sempre sono necessarie le complesse macchine di visione: bastano sensori alla luce o agli infrarossi. Il robot ha partecipato alla gara chiamata Micro Mouse che ha permesso agli studenti di provare tutti gli elementi della robotica industriale: hardware, programmi in Assembler, in C e Basic. Il professor Charles Tu ha affermato che le aziende guardano con grande interesse ai diplomati di elettronica con conoscenze vere di robotica. Naturalmente gli studenti hanno anche costruito i labirinti per le prove.


Buone vacanze a tutti dalla redazione!

 

< back           ^ top