Rubrica ICT-News

<-back

Rivista Communications ACM, Technews, giugno 2006
(Association for Computing Machinery)

Esperti discutono il futuro della robotica
Indiana Daily Student (1/6/2006) Matt Cunningham
Robot ispirati alla biologia sono stati al centro dell'attenzione della discussione iniziale alla conferenza internazionale sullo sviluppo e l'apprendimento che si è svolta all'università dell'Indiana. John Lipinsky, ricercatore all'università dell'Iowa, afferma che combinando linguistica e apprendimento spaziale non-linguistico vi è il potenziale di un grande aiuto per i robot autonomi. In particolare Lipinski afferma che le sue ricerche possono modificare le impostazioni sui robot e possono essere usate per insegnare linguaggi orienti alla direzione così che il robot può essere coordinato nel suo ambiente. La conferenza co-sponsorizzata dall'IEEE Computational Intelligence Society ha attirato rappresentanti da organizzazioni come il Los Alamos National Laboratory, il Media Lab del Mit e la ricerca Microsoft il 3 giugno per discutere la direzione in cui andrà l'intelligenza artificiale. La direttrice di psicologia all'università dell'Iowa Linda Smith nota che l'IA ha derivato ricerche da un gran numero di discipline, dalla robotica e dalle neroscienze all'informatica e all'ingegneria aggiungendo che queste aree sono ora più correlate. "Benché alcuni sistemi a IA sono realmente utili in certi campi come giocare agli scacchi per per arrivare veramente alla prossima generazione di robot l'idea è usare ciò che conosciamo" dice la dottoressa Smith che è coinvolta nell'iniziativa Architetture Cognitive Ispirate Biologicamente dell'Agenzia per la Ricerca Avanzata della Difesa (DARPA) e aggiunge "La comprensione del ruolo dello sviluppo avrà una parte nella prossima generazione di robot.

Mano robotizzata controllata solo dal pensiero
New Scientist Tech (26/05/2006), Will Knight
Ricercatori in Giappone hanno usato una tecnica a risonanza magnetica funzionale (fMRI) per controllare una mano robotizzata attraverso il pensiero. Yukiyasu Kamitani e colleghi agli ATR Computational Neuroscience Laboratories a Kyoto sono stati assistiti da ricercatori dell'Honda Research Institute di Saitama nello sviluppo della tecnologia fMRI a scansione. In una dimostrazione i ricercatori avevano un soggetto sottoposto a una scansione MRI, poi hanno fatto eseguire impronte di pietra, carta e forbici con una mano. Lo scanner MR memorizzava l'attività cerebrale mentre il soggetto eseguiva i movimenti con la mano e mandava i dati a un computer. Seguiva un breve periodo di addestramento prima che il computer facesse la connessione fra l'attività del cervello e l'immagine corrispondente, poi comandava la mano robotizzata a simulare i movimenti manuali della pietra, della carta e delle forbici. La fMRI in tempo reale sull'attività del cervello è considerata un balzo in avanti dell'operatività del computer usando la sola forza del pensiero. Benché Klaus Robert Mueller, ricercatore al Fraunhofer Institute in Germania abbia qualche dubbio sul costo e la complessità del sistema, egli afferma che produce una maggiore risoluzione. Kamitani dice "Avremo bisogno di molti passi in avanti nelle tecnologie correlate incluse quelle sulla scansione del cervello prima che questo tipo di sistemi non invasivi possa essere usato nella vita di tutti i giorni".

Mars Robot hanno un incremento di intelligenza
BBC News (28/05/2006) Jonathan Amos
La NASA ha in programma di fornire i Mars rover di un nuovo software il prossimo mese che permetterà ai robot di distinguere fra immagini di nuvole e polvere e decidere quali immagini mandare sulla terra. Per i ricercatori dell'agenzia spaziale cercare fra le immagini quelle più significative è un compito che richiede un considerevole tempo. Afferma Rebecca Castano che lavora al Jet Propulsion Laboratory della NASA "L'idea ora è di raccogliere quanto più dati può lo strumento, analizzarli onboard per trovare le caratteristiche di maggior interesse e poi inviare solo i dati che hanno la più alta priorità". Più avanti nell'anno il Mars Odyssey orbiter che ha costruito una mappa del pianeta durante gli ultimi cinque anni riceverà un nuovo software autonomo di navigazione. Il successo dell'implementazione del software sperimentale autonomo sul satellite Earth Observing-1 della NASA ha stimolato l'agenzia a considerare seriamente l'operatività autonoma come il futuro dei veicoli robotizzati. Benché siano state necessarie parecchie settimane per scoprire che un vulcano era attivo, un software autonomo ha riprogrammato la fotocamera EO-1 per prendere più immagini del Mt Erebus non appena ha scoperto il calore della lava alla sommità della montagna nel 2004. Afferma Steve Chien, ricercatore capo per le missioni autonome al JPL "Questo ha contribuito a ridurre il costo delle operazioni di questa missione da 3.6 milioni di dollari a 1.6 l'anno e più della metà dovuto all'automazione a bordo ".

Predici il futuro o almeno provaci
InformationWeek (29/05/2006) No, 1091, Rick Whiting
Business Intelligence sta migrando verso il modello analitico predittivo nel quale i dati storici sono elaborati attraverso algoritmi matematici per trovare tendenze e configurazioni per fare motivate previsioni sugli incassi futuri. Analisi predittiva sarà incorporata dai venditori nei comuni processi per prendere decisioni e IDC prevede un 8% di aumento annuale nei ricavi per il software per analisi predittive fino a 3 miliardi di dollari entro il 2008. I campi dove gli strumenti di analisi predittive stanno trovando uso includono il marketing, la sanità, il trattamento di catene di magazzini, il rafforzamento della legalità e la prevenzione di infortuni.
L'interesse crescente delle compagnie in questi strumenti è basato sul crescente aumento del volume di dati che raccolgono attraverso computer sempre più potenti. Il CEO di Tibco Software Vivek Ranadive prevede che l'ampia adozione di software di alisi predittiva migliorerà l'affezione dei clienti, accrescerà l'efficienza della catena distributiva e manterrà gli inventari aggiornati. Benché il professore di informatica e statistica dell'università di Rodi Lutz Hamel mette in guardia sul fatto che l'analisi predittiva non può mai essere usata per prevedere i guadagni della borsa a causa del grandissimo numero di variabili, la tecnologia è già competitiva se impiegata per prevedere tendenze di breve termine. Forse l'applicazione finale dell'analisi predittiva sarà nel trovare contenuti non strutturati su Internet. Tuttavia, i venditori devono essere accurati nel non esagerare con con le loro capacità di analisi predittiva poiché la sua accuratezza varia con la complessità dello scenario da valutare, le variabili in gioco e il volume e la qualità dei dati di supporto. Ci sono poi fattori etici sull'analisi predittiva come il problema se la tecnologia faciliterà la discriminazione basata sui profili di massa, ma un impiego responsabile sarà accompagnato da un eguale sviluppo responsabile.

 

< back           ^ top