Rubrica ICT-News

<-back

Rivista Communications ACM, Technews, maggio 2007
(Association for Computing Machinery)

Possono computer e uomini vivere insieme ? La ricerca Microsoft cerca di ottenerlo
WebWire (30/4/07)
Alla conferenza dell'ACM sull'interazione Computer-Uomo del 2007 sono stati presentati molti progetti innovativi, fra i quali quelli della Microsoft, tutto con l'obiettivo di arricchire il rapporto fra uomini e computer rendendo la tecnologia più amichevole. Il ricercatore della Microsoft Patrick Baudisch ritiene che le migliori tecnologie siano quelle che ci sfuggono come la sua chiamata Shift. Shift permette all'utente di operare con una penna su PDA e PC ultra mobili senza usare la penna stessa ma le dita. Shift elimina il problema di molti utilizzatori quando coprono l'obiettivo con le dita che sono più grosse della punta di una penna. Quando l'utente tocca lo schermo Shift fa una copia dell'area coperta e la rende visibile insieme a un puntatore che può essere guidato sempre dalle dita. Una volta correttamente posizionato, l'utente alza il dito per fare la selezione. Un articolo su Shift è stato fra i tre premiati della Microsoft alla conferenza. Un altro parlava della tecnologia di tracciamento con l'occhio nelle ricerche sul Web e il terzo trattava l'uso di una 'SenseCam'. Microsoft ha presentato 19 lavori su argomenti riguardanti dispositivi mobili, ricerche, inchiostri , mercati emergenti, uso del mouse a mezz'aria e insegnamento dell'informatica a popolazioni prive di qualsiasi cultura.

Studio: la Cina guida nell'educazione tecnologica
Investor's Business Daily (2/5/07), Sheila Riley
La Cina sta laureando più ingegneri degli USA e dell'India secondo uno studio dell'università di Duke pubblicato sull'edizione di marzo della rivista National Academy of Science. L'autore, Vivek Wadhwa, afferma che l'esportazione di lavori di ingegneria continuerà e crescerà. La Cina ha sfornato 9427 dottorati in ingegneria nel 2005 in confronto ai 7333 degli Stati Uniti e i mille dell'India. Benché il rapporto contesti l'opinione diffusa che gli Stati Uniti debbano fronteggiare una scarsezza di ingegneri, i timori di essere dietro altre nazioni stanno salendo. La Cina ha mostrato uno spettacolare aumento dei dottorati in ingegneria fra il 1995 e il 2005 mentre il tasso di crescita degli Stati Uniti e dell'India è basso. Wadhwa ritiene che gli USA debbano abbandonare le paure dell'importazione di lavori a basso livello tecnologico e concentrarsi slla ricerca e sviluppo di livello critico. Uno dei fattori è il fraintendimento su ciò che costituisce una buona carriera e una maggiore esposizione sui media dell'avanzamento ingegneristico contribuirebbe a cambiare l'opinione pubblica in merito, come afferma il fondatore di Trend dell'Ingegneria, Richard Heckel. Robert Litan della Fondazione Kauffman dice che l'esportazione di posti in ricerca e sviluppo può essere evitata permettendo a immigrati con alti gradi di preparazione tecnologica di rimanere a vivere negli Stati Uniti in maniera permanente e non solo temporanea.

Donne in informatica: trovateci se ci riuscite
MC Press Online (1/5/07), Maria DeGiglio
Statistiche recenti del dipartimento del lavoro riguardo all'impiego femminile nel campo informatico sono poco attendibili perché non tengono conto delle donne che sono passate ai ruoli di analiste commerciali e libere professioniste, scrive Maria DEGiglio. In base al dipartimento citato, il numero di donne in informatica è sceso di 76000 unità, da 984000 nel 2000 a 908000 nel 2006. La ricercatrice DeGiglio ritiene che questi numeri tengono conto di soli otto gruppi specifici nell'industria IT: manager, analisti di sistema, programmatori, ingegneri del software, specialisti di supporto, amministratori di database, amministratori di reti e analisti di sistemi di comunicazione. DeGiglio pensa che queste categorie hanno un mansionario estremamente rigido e non comprendono professioni più indefinite come consulenti IT, autori nel campo tecnologico e analisti industriali. Queste professioni non possono definirsi completamente informatiche ma comprendono una buona parte di uso del computer nella loro attività. DeGiglio continua dicendo che se il numero di donne nell'IT fosse realmente calante ci sarebbero comunque molte ragioni. Una è che alcune possono aver scoperto che l'IT è troppo poco gratificante ma la ricercatrice ritiene che la ragione principale per cui le donne stanno abbandonando il settore sia il fatto che esse hanno reinventato se se stesse e hanno raggiunto posizioni più elevate professionalmente e culturalmente e conclude "Il paradigma di carriera nell'IT sta mutando in modo non tradizionale".

La realtà virtuale in aiuto a pazienti di sclerosi multipla a camminare meglio
American Technion Society (30/4/07)
L'istituto di tecnologia Technion di Israele ha sviluppato un dispositivo a realtà virtuale che usa un feedback uditivo e visivo per migliorare la velocità di camminata e la lunghezza di percorso in pazienti affetti da sclerosi multipla e morbo di Parkinson. Il capo ricercatore e professore di informatica Yoram Baram ha detto che un dispositivo grande come un telefonino misura i movimenti del corpo, li elabora e manda un feedback audio all'utente con cuffie. Il feedback visuale è fornito attraverso un dispositivo sviluppato da Baram per pazienti di Parkinson 10 anni fa. Attraverso una clip sugli occhiali l'utente ha la visione virtuale del pavimento su un occhio permettendogli di distinguere fra il pavimento virtuale e gli ostacoli del mondo reale. Baram afferma che la persona normale ha altri strumenti come i sensori derivanti dai nervi dei muscoli che servono per il controllo se i muscoli sono usati o no correttamente, mentre questo feedback è danneggiato nel caso di Parkinson e Sclerosi multipla ma li si può aiutare a camminare e in una certa posizione. I risultati di un piccolo studio hanno mostrato che la lunghezza e velocità di movimento dei pazienti è migliorata non solo avendo addosso il dispositivo ma anche dopo che lo stesso è stato rimosso, ciò che dimostra effetti terapeutici a breve termine. L'oggetto è il primo a rispondere ai movimenti dei malati piuttosto che fornire solo indizi fissi di tipo auditivo o visivo ed è già in uso presso molti centri medici in Israele e negli Stati Uniti.

Un programma per aiutare le ragazze con i computer
Catonsville Times (MD) (26/4/07), Scott Weybright
Il quinto convegno annuale Mania Day all'università del Maryland, presso Baltimora County, è in calendario per il 5 maggio. L'evento si rivolge a ragazze delle scuole medie con attività tecnologiche di un giorno e lo scopo di attrarrle a carriere nel campo dell'information technology, dell'ingegneria e di altri settori legati alle tecnologie. Pamela Ezzat, direttrice del kindergarden dai 12 anni in su al centro per le donne in tecnologia di UMBC, afferma che le giovani ragazze hanno l'opportunità di acquisire modelli di ruolo professionale e continua dicendo che si richiedono docenti donne. Le ragazze hanno la possibilità di vedere altre donne svolgono quel tipo di professione. E' inaccettabile che solo il 10,5% degli studenti di sesso femminile abbiano svolto i test attitudinali del settore l'anno scorso. LA relatrice invitata sarà Jennifer Webb, un burattino digitale realizzato dalle ragazze che hanno frequentato il corso gli anni passati.

< back           ^ top