Specializzazione di Elettronica e Telecomunicazioni

 

materia: TELECOMUNICAZIONI

 



   

FINALITA'

Lo studio di questa disciplina introduce gli studenti alle tecniche che stanno alla base dei moderni sistemi di telecomunicazione, caratterizzati da una notevole complessità. Viene prestata attenzione ai riflessi profondi che la crescente diffusione di tali sistemi ha sulla cultura e sull'organizzazione di tutta la società. L'insegnamento deve far emergere la tendenza di fondo del settore ad una integrazione, in grandi reti di telecomunicazione, di funzioni e servizi diversi (trasmissione di suoni, immagini, dati e teleinformatica).

L'impiego di tecniche PCM e di protocolli standardizzati sta alla base di questa tendenza.

La disciplina presenta due aspetti: uno relativo alle tecniche di trasmissione, con o senza modulazione, e l'altro relativo ai sistemi di telecomunicazione, con funzioni complesse che utilizzano le suddette tecniche. Questo secondo aspetto é quello più interessato alla interazione con "Sistemi elettronici automatici" e con "Tecnologie elettroniche, Disegno e Progettazione".

OBIETTIVI

Durante lo svolgimento del corso lo studente deve acquisire:

  1. conoscenze relative a specifiche tecniche di trasmissione, con o senza modulazione;
  2. capacità di interpretare e di utilizzare norme relative a standards nazionali e internazionali;
  3. conoscenze relative a singoli apparati;
  4. conoscenze relative a moderni sistemi complessi di telecomunicazione;
  5. padronanza nell'uso della strumentazione, nell'uso delle tecniche di misura adottate e nella motivazione delle eventuali procedure normalizzate.

CONTENUTI

Quarto Anno [ 3 ore ]

  • Problema generale della trasmissione delle informazioni; schema a blocchi di un sistema di trasmissione.
  • Teoria dei quadripoli.
  • Impedenza immagine, iterativa e caratteristica.
  • Livello assoluto, relativo, di misura; equivalente telefonico.
  • Caratteristiche fisiologiche e fisiche dei segnali acustici ed ottici; trasduttori relativi.
  • Analisi dei mezzi trasmissivi; comparazione qualitativa dei supporti fisici; studio delle fibre ottiche (principi di ottica geometrica, modi di trasmissione e tipi di fibra); dispositivi optoelettronici di trasmissione e di ricezione.
  • Rete telefonica nazionale; architettura di una centrale urbana (concentrazione, distribuzione ed espansione del traffico telefonico); nozioni di traffico telefonico (Erlang).
  • Generazione, propagazione e ricezione delle onde elettromagnetiche in funzione delle frequenze impiegate; linee di trasmissione; antenne.

Quinto Anno [ 6 (2) ore ]

  • Caratteristiche informative dei segnali (elementi di teoria dell'informazione); concetti di banda base, velocità di gruppo e di fase; ritardo di gruppo; distorsione lineare e non lineare; rumore; perdita di informazione a causa di errore.
  • Codifica di sorgente e codici relativi (codici a segnalazione e a correzione di errore).

La trattazione di questi argomenti è finalizzata alla conoscenza delle peculiarità dei segnali nel dominio del tempo e della frequenza e alle loro caratterizzazioni nel trasporto dell'informazione.

  • Sistemi di telecomunicazione: sistemi reali, caratteristica dei canali rumorosi e modellizzazione dei sistemi reali.

La trattazione di questi argomenti è finalizzata allo studio della degradazione di un segnale in funzione del supporto fisico e della riconoscibilità dell'informazione.

  • Tecniche di trasmissione dei segnali:
  • codifica di canale (adattamento di segnali al mezzo trasmissivo):
  • sinusoidale con segnali analogici (modulazione, conversione, supereterodina, PLL...);
  • sinusoidale con segnali digitali (ASK, FSK, PSK, DPSK, QAM...);
  • impulsiva analogica (PAM, PDM, PPM);
  • multiplazione dei segnali analogici e numerici.

La trattazione di questi argomenti è finalizzata ad evidenziare le differenti tecniche di modulazione in funzione delle applicazioni.

  • Tecniche di commutazione a divisione di tempo: commutazione di byte e di pacchetto; evoluzione verso le reti numeriche integrate nei servizi.

La trattazione di questi argomenti è finalizzata ad evidenziare le modalità di multiplazione e di commutazione mirate alle utilizzazioni più attuali: trasmissione e ricezione di segnali analogici campionati (PCM) e digitali (trasmissione dati); schematizzazione di centrali a tecnica numerica.

  • Trasmissione dati (codifica di canale); apparati per la trasmissione e la ricezione di dati (modem fonici).Raccomandazioni e protocolli.
  • Ponti radio.
  • Sistemi per le comunicazioni mobili.
  • ISDN.
  • Servizi telematici e problematiche relative.

INDICAZIONI DIDATTICHE

Mentre le tecniche specifiche ed i singoli apparati vengono analizzati e progettati con l'aiuto delle risorse interne alla scuola, per la conoscenza dei moderni sistemi complessi viene sollecitato un costante rapporto con le società di produzione e di gestione e con i grandi utenti dei sistemi di telecomunicazione.

Nel proporre le tecnologie e le soluzioni tecniche si fa riferimento alla normativa e ai problemi pratici relativi all'interpretazione e all'utilizzazione delle norme e degli standards nazionali e internazionali.

In occasione del rilievo o della misura di parametri o grandezze, vengono apprese dagli allievi le tecniche adottate e motivate le eventuali procedure normalizzate.

Le intese tra i docenti individuano in quale disciplina sia opportuno collocare lo studio dei singoli strumenti, dei quali si illustreranno criteri di scelta e principi di funzionamento.

torna a inizio pagina torna alla descrizione della specializzazione